feedback e impressioni

Voci dal mondo Elfo

Quando lo smart working diventa un'opportunità

In questi giorni così particolari stiamo chiedendo alcuni feedback su come procede il lavoro da casa, le risposte che arrivano sono estremamente positive. In Elfo siamo capaci di cogliere opportunità e aspetti positivi anche dove apparentemente non ci sono.

19 mar 2020

Una delle qualità migliori dei ragazzi e delle ragazze di Elfo è sicuramente la capacità di tirar fuori il meglio da ogni situazione, anche da quelle più complicate e non solo nel contesto lavorativo.

In questi giorni così particolari, in completo regime di smart working, stiamo chiedendo alcuni feedback su come procede il lavoro da casa. Le risposte che arrivano sono estremamente positive, convincendoci ancora una volta che mettere a disposizione strumenti adatti e funzionali è solo il primo passo; per fare la differenza c’è bisogno di persone giuste, capaci di cogliere opportunità e aspetti positivi anche dove apparentemente non ce ne sono.

 

Ecco cosa ci racconta Mirko, team Swiss:

“Sicuramente vedere e parlare fisicamente con i colleghi è un valore che il lavoro da remoto non potrà mai colmare, soprattutto in un contesto come il nostro dove siamo abituati a collaborare a stretto contatto e a lavorare in team, quasi sempre nello stesso ufficio. Creando anche ottimi rapporti tra di noi!

I tool che abbiamo a disposizione al giorno d'oggi (vedi Teams, TFS, Trello, webcam etc.) e che siamo abituati ad usare anche nel quotidiano, ti permettono di abbattere quella barriera rappresentata dalla distanza e soffrire meno il lavoro da remoto.

 

Detto ciò, ad essere sincero non pensavo di apprezzare a tal punto lo smart working, forse perché in condizioni normali (1 giorno a settimana di smart working) non si ha abbastanza tempo per abituarsi e si finisce per preferire, forse anche un po' per pigrizia, la routine.

Questa volta, avendo avuto a disposizione alcune settimane, ho potuto constatare come dall'essere spaesato sono passato al sentirmi più rilassato a fine giornata e in molte occasioni anche più produttivo.

Volendo avrei avuto anche più tempo da dedicare ad amici o hobby/sport, non dovendo di fatto perdere più di 1 ora al giorno in macchina; questo è sicuramente un aspetto interessante".

 

Giorgia, team Germany, invece ci dice:

“All'inizio è stato complicato ma adesso, che mi sono abituata, non mi dispiace. Mi manca però il lato umano (la chiacchera, lo scherzo, la pausa insieme)”.

 

Gabriele, team Germany:

“Dopo un iniziale sfasamento, ora mi sto abituando a questa strana situazione ma continuo a sperare che presto si riesca a tornare alla normalità. Un bacione a tutti”.

 

Paolo, team Germany:

“Diciamo che aver a che fare con formule e calcoli trigonometrici da oltre tre settimane di certo non aiuta molto il morale! Ma ho trovato la soluzione: la playlist “Sad songs” su Spotify”.

 

In Elfo stiamo capendo che lo smart working non è più solo uno strumento capacità di far proseguire il nostro lavoro senza intoppi (cosa non così scontata vista la situazione), ma ci dà la possibilità di mantenere attivi e vivi i rapporti tra colleghi e condividere con loro le nostre esperienze, aiutandoci a superare più facilmente questo momento tanto complicato e difficile.