Perchè “Power BI” ?

Negli scorsi anni Microsoft ha rilasciato e rafforzato applicazioni e servizi per lo sviluppo di soluzioni Business Intelligence.

15 lug 2016

Negli scorsi anni Microsoft ha rilasciato e rafforzato applicazioni e servizi per lo sviluppo di soluzioni Business Intelligence.

 

Storicamente la diffusione di questi strumenti, che è stata piuttosto rapida, ha avuto come target le aziende, che attraverso sviluppatori e data-scientist, potessero implementare modelli di analisi dei dati.
Con Sql Server 2012 è comparso il modello Sql Server Analysis Services Tabular. Da allora si ha coesistenza del classico modello multidimensionale con quello tabular.
Si è quindi complementata la suite di strumenti spostando l’attenzione alla cosiddetta self-BI. In questa categoria rientrano power pivot per Excel, Power Query, PowerPivot, Power View and Power Map. Grazie alla semplicità di questi strumenti, si è consentito, anche a singoli utenti, e spesso anche utenti finali, di costruire velocemente modelli di analisi e rappresentazioni dei dati.

 

Successivamente abbiamo assistito all’assillante e irrinunciabile diffusione dei sistemi cloud. Ed ecco che qui ha avuto inizio un servizio cloud-based noto come Power BI. Il servizio corredato di App Desktop e Mobile consente la visualizzazione e l’analisi dei dati dal web.

 

Elfo non poteva mancare ed il 30 Marzo ha organizzato un corso interno –  tenuto da Nicola De Blasi di ABSistemi – per approfondire le potenzialità di questo strumento che ha subito catturato l’attenzione per la semplicità e la navigazione fortemente interattiva delle dashboard, invogliandone l’utilizzo.
La piattaforma cloud mette a disposizione oggetti visivi che si possono appoggiare a dati di tipo corporate oppure ad un ricco ventaglio di sorgenti dati messe a disposizione dell’utente.
Con Power BI siamo quindi passati dall’analisi e esplorazione dei dati dall’interno dell’azienda, all’ubiquità dei dati stessi.

 

Un altro aspetto importante di Power BI, per una softwarehouse, è quello di permettere una focalizzazione dell’attenzione sui dati, consentendo l’ottenimento di soluzioni integrate e sicure in maniera rapida.
Di fatto è una sorta di outsourcing della rappresentazione dei dati.

 

Il prodotto anche se giovane è in forte evoluzione, vengono rilasciate funzionalità mensilmente e questo fa intuire quanto sia grande l’interesse di Microsoft per questa tecnologia emergente.