Silverday +1

E’ passato già quasi un anno dalla prima edizione del Silverday, un’esperienza coinvolgente, coincisa con i nostri 25 anni di attività.

03 ott 2014

Ops… l’abbiamo fatto di nuovo

 

E’ passato già quasi un anno dalla prima edizione del Silverday.
Si è trattato di un’esperienza coinvolgente, coincisa con i nostri 25 anni di attività di cui qui potete leggere un breve resoconto.

In due parole Silverday rientra nella logica del “time to think” (tempo per pensare), ovvero una precisa scelta aziendale che porta a dedicare una porzione definita del tempo lavorativo dei dipendenti allo sviluppo di idee e progetti personali legati al business che la società persegue.

 

A fare la forza di queste iniziative sono pochi ma chiari concetti:

 

  • Si tratta di una opportunità: nessun obbligo ma una occasione da cogliere
  • Possibilità di esprimersi: spesso le attività di ogni giorno “soffocano” gli spunti di miglioramento
  • Motivazione: si ha la possibilità di emergere, farsi conoscere per il proprio reale valore senza essere ingabbiati nel proprio ruolo.
  • Condivisione e Formazione: è l’occasione per condividere le proprie conoscenze e accrescerle attraverso l’interazione con colleghi con cui magari normalmente non abbiamo l’occasione di poter collaborare.

 

Come è nata questa idea? Siamo stati stuzzicati da esperienze fatte da aziende di primo piano in tutto il mondo. Per fare dei nomi, Google è una delle società in cui viene dedicato più tempo (addirittura 1 giorno alla settimana) al “time to think”. Con quali risultati? GMail, Google News, AdSense, Google Talk sono tutte idee nate in questo tempo. Non male vero?

 

In questa edizione viene chiesto ai team di re immaginare i nostri progetti o parti di essi migliorandone le funzionalità e puntando su usabilità e nuove tecnologie.

 

Il titolo scelto, “Se non ti piace cambialo!”, esprime perfettamente il concetto.

 

I team si stanno costituendo attorno alle idee. A breve la “griglia di partenza” sarà definita e cresce l’attesa e la curiosità per questa nuova bella possibilità.