Agile day 2016

Quest’anno il format dell’evento è leggermente cambiato: nella prima giornata si è svolta una interessantissima unconference, ovvero una giornata in cui non è prevista alcuna agenda.

06 dic 2016

Quest’anno il format dell’evento è leggermente cambiato: nella prima giornata si è svolta una interessantissima unconference, ovvero una giornata in cui non è prevista alcuna agenda ma questa viene definita on-site in modo collaborativo da parte di tutti i partecipanti che hanno volontà e desiderio di affrontare o condividere alcuni temi ed esperienze legate al mondo Agile.

 

È stato sorprendente assistere alla formazione di un’agenda con oltre una sessantina di sessioni in una quarantina di minuti.

 

Abbiamo così assistito a sessioni di un’ora in cui i temi spaziavano dal valore per il cliente, la felicità nell’ambiente lavorativo, le abilità di leadership, ma anche confronti legati ai processi di assunzione che le diverse realtà presenti applicano.

 

La giornata di sabato invece si è aperta con la keynote di Gojko Adzic legata alle metodologie per la pianificazione strategica dello sviluppo di prodotti o progetti andata in scena nella splendida cornice del Teatro di Pavia.


Successivamente spazio a sessioni e workshop sempre molto interessanti, legati allo sviluppo e alla cultura Agile.

Come ogni anno portiamo a casa tanta energia positiva spendibile nel day-by-day e diversi stimoli a migliorare i nostri processi volti a produrre software di qualità per il cliente.